+39 06 77591192 info@herzog.it

Milano

Anno 2017

Un corso decisamente interessante e ben organizzato; professori gentili, disponibili e puntuali nelle consegne delle prove. Ho imparato molto più in questi due mesi che in tutti gli anni di teoria universitaria. Decisamente consigliato.

Isabella Spagnuolo – corso editoria Milano – 23° edizione

 

Ho seguito la 24 edizione del Corso di Traduzione letteraria a Milano. Ho deciso di iscrivermi e di frequentare perché sono sempre stata molto motivata a fare questo tipo di percorso di formazione linguistica. La didattica e l’organizzazione è di ottimo livello; Herzog cura molto anche la relazione e lo scambio di informazioni con gli utenti del corso.  Personalmente ripeterei l’esperienza anche in futuro.

Mara Zanella – corso traduttori 24° edizione Milano

 

Il mio commento è assolutamente favorevole, tanto che magari (forse) il prossimo anno mi butto sull’editoria per puro interesse… chissà mai che ci riesca!

Firma: anonimo – corso traduttori 24° edizione Milano

 

Il corso di Michele Piumini rappresenta una vera e propria full immersion nel mondo della traduzione, indagando a fondo i segreti e le questioni relative alla pratica quotidiana del traduttore e con una stimolante confronto tra i diversi ambiti oggetto di studio. Consigliabile a chiunque in possesso di una solida dimestichezza della lingua, desideri effettivamente avere una prospettiva d’insieme nei confronti della materia.

anonimo – corso traduttori 24° edizione Milano

 

Corso consigliatissimo. Docenti preparati e disponibili. Le ore ben distribuite. Durante la parte teorica vengono insegnate le nozioni fondamentali in modo chiaro ed efficace. Per quanto riguarda il laboratorio il docente, oltre a essere molto competente in materia, si dimostra appassionato e sempre a disposizione. Sempre a disposizione anche Ilia che mantiene un rapporto di continuità con gli studenti per tutta la durata del corso e oltre.

Giorgia Piccirilli – corso traduttori 24° edizione Milano

 

Mi sono iscritto a questo corso perché da sempre affascinato dal mondo dell’editoria. Questo corso, complessivamente ben strutturato ed esaustivo, ha avuto il grande pregio di raccontare la realtà con disincanto, sottolineando il percorso irto di difficoltà di chi si approccia al mestiere di traduttore letterario, senza tuttavia oscurarne l’incomparabile bellezza. Nel modulo di teoria ho avuto modo di apprendere aspetti pratici del mestiere del traduttore spesso sottovalutati, come le norme che regolano i contratti tra la casa editrice e il traduttore e il funzionamento di una casa editrice. Un elogio particolare va a Michele Piumini e alle sue lezioni di laboratorio, sempre appassionanti e coinvolgenti. Le sue preziose diritte sulle insidie del testo e su come evitarle, affiancate dalle strategie di resa, mi hanno permesso di affinare la tecnica traduttiva e di acquisire una maggiore sensibilità, la vera discriminante nella traduzione letteraria. Infine un ringraziamento a Ilia, organizzatrice del corso, per la sua cordialità e disponibilità.

Fabio Tranfaglia – corso traduttori 24° edizione Milano

 

COMMENTO: Due direzioni, come le fasi in cui è suddiviso il corso.

Per me è stato un po’ come tornare a casa da anziana dopo essermene andata da bambina.

Ho ritrovato la verità di contenuti che, nel mondo dominato dalle logiche del mercato e del guadagno senza altra regola che non sia quella del profitto, ritenevo superati e mi mancavano tremendamente. Li ho ritrovati nella freschezza della verità, della ragionevolezza, del calore affettivo… E questo è stato il mio movimento orizzontale, quello con cui si muove il setaccio quando si cerca l’oro, facendo passare dalle maglie la terra e trattenendo il metallo prezioso, nella prima parte del corso, Tantssimi i suggerimenti, i link utili, le segnalazioni il materiale, gli stimoli…

Poi, con il laboratorio linguistico (tedesco), ho percorso anche la direzione verticale di avvitamento infinito, il movimento che non è solo fine a se stesso ma contiene una meta, quel movimento che fa progredire nelle profondità dei diversi livelli di analisi del testo e del contesto… Con l’aiuto della docente sono scesa alle quote più basse ed ho potuto sentire i battiti dei cuori di linguaggi diversi e distanti eppure capaci di comunicare emozioni all’unisono… Grazie!

ANONIMO – Corso traduttore letterario 24  edizione Milano.

 

Anno 2016

30 novembre 2016 – 28 febbraio 2017

Ho partecipato alla 23esima edizione del corso di specializzazione in Traduzione Letteraria e posso dirmi pienamente soddisfatta della mia esperienza. Il corso è articolato in due parti, la prima delle quali mi ha permesso di venire a conoscenza di molti aspetti del mondo della traduzione e dell’editoria a me sconosciuti. Sono state lezioni particolarmente interessanti soprattutto perché ci sono state date delle informazioni molto tecniche e precise, a partire da come approcciarsi ad una casa editrice alle varie fiere del libro fino ad arrivare alla lettura dettagliata dei contratti. Una cosa che ho apprezzato molto è che ci sia stato dato del materiale “reale” con cui confrontarci, contratti e documenti che in passato sono stati realmente in mano ai nostri docenti, ad alcuni come traduttori e ad altri come editori. La seconda parte invece è dedicata al laboratorio di traduzione vero e proprio. È stato molto bello ed interessante innanzitutto venire a contatto con traduttori professionisti che si sono messi completamente a nostra disposizione, così come anche con il lavoro che da loro è stato svolto. Io ho partecipato al laboratorio di traduzione inglese tenuto da Michele Piumini, il cui metodo di lavoro coinvolge a pieno la classe con i vari dibattiti che si sviluppano durante le esercitazioni. Altra cosa che ho apprezzato davvero tanto è stato il fatto che abbiamo avuto modo di cimentarci nella traduzione di tipologie testuali diverse, dalla narrativa per adulti, ai saggi, ai testi per bambini, andando ad osservare quali sono le difficoltà che ognuno di questi generi nasconde. Mi ero prefissata come obiettivo quello di imparare a sviluppare un metodo nella traduzione, poiché molto spesso riscontravo delle difficoltà che non riuscivo a risolvere. Ad oggi, alla terzultima lezione del corso, posso dire di aver imparato ad affrontare la maggior parte delle difficoltà che si presentano davanti ad un testo da tradurre e di aver capito che alla fine non esistono traduzioni giuste o sbagliate, ma solo traduzioni che interpretano meglio il concetto espresso dall’autore nella lingua originale. Sono veramente dispiaciuta che il corso stia già volgendo al termine e mi sento assolutamente di consigliare questo corso a chiunque voglia migliorarsi, specializzarsi e confrontarsi con il mondo della traduzione letteraria.

Chiara Elia – corso traduttori 23º edizione Milano

 

Ho trovato l’intero corso estremamente interessante. La parte generale, tenuta in maniera brillante da più esperti del settore, mi ha introdotto ad un mondo che fino ad allora mi era totalmente estraneo e che ora mi affascina moltissimo. I docenti dei laboratori sono traduttori esperti. Per quel che mi riguarda, dalla prima all’ultima lezione, sento di aver fatto progressi enormi.

In conclusione, direi… un bellissimo corso, che mi ha entusiasmato e appassionato sin dalla prima lezione, e di cui – ora che è finito – purtroppo sentirò molto la mancanza…

Un solo neo quindi: troppo breve!! 🙂

Mariangela Gandolfi – corso Traduttori 23° edizione Milano

 

Non avendo fatto i miei studi nel campo dell’editoria, il corso si è rivelato una buona opportunità per imparare cose nuove e ricevere alcuni suggerimenti utili da persone esperte che lavorano nel settore.

Firma: anonimo – corso editoria 22° edizione Milano

 

Ho frequentato la XXII edizione del corso “Lavorare in editoria” nella sede di Milano e ne sono rimasta colpita positivamente. Il percorso è strutturato in 34 ore di lezione nelle quali vengono presentati i diversi aspetti del mondo dell’editoria. I docenti sono gentili,disponibili e capaci. Le lezioni che ho preferito sono state quelle riguardanti la correzione di bozze e l’editing perchè oltre alle spiegazioni teoriche è stato dato spazio alle esercitazioni. Inoltre ho trovato davvero interessante la parte relativa all’ufficio stampa. Alla fine del ciclo di lezioni c’è la possibilità di essere scelti per stage curriculari,collaborazioni o segnalazioni presso case editrici .Questo corso è un buon punto di partenza per chi è interessato all’editoria e vuole approfondire le conoscenze relative a questo mondo così affascinante e complesso.

Linda Z.- corso editoria 22° edizione Milano

Il corso è stato molto utile, io personalmente mi sono iscritta per vedere come sarebbe stato tradurre e, non avendolo mai fatto prima mi è piaciuto molto e oltre che molto istruttivo l’ho trovato anche divertente. Volevo vedere come sarebbe stato unire due cose che amo, ovvero la lettura e l’inglese, so che ho ancora molto da imparare e che non diventerò traduttrice domani, ma ora posso dire che tipo di lavoro vorrei fare una volta presa la laurea. Ringrazio tutti, principalmente Michele che mi è stato di grande aiuto.

Isabel Gherardi – corso traduttori 22° edizione Milano

 

Ho frequentato la 22^ edizione del corso di traduzione letteraria a Milano e sono davvero soddisfatta della mia scelta: ho potuto finalmente capire come funziona una casa editrice e cimentarmi in traduzioni decisamente interessanti sotto l’ottima guida di Michele Piumini, che non finirò mai di ringraziare perché, oltre all’insegnamento di elementi fondamentali per la traduzione e all’attenzione per ciascuno di noi, riesce a trasmettere entusiasmo e profonda passione per questa meravigliosa attività. Le ore di laboratorio volano e sento già la nostalgia al pensiero che questa esperienza sia finita.
Grazie a tutti, lo rifarei domani!

Elena Bellini

Anno 2015

Corso interessante e informativo. Particolarmente utile è stato il confronto con i docenti, sempre disponibili e competenti, e gli altri corsisti, dai quali ho ricevuto spunti interessanti per migliorare le mie traduzioni. Credo di aver imparato molto grazie ai consigli e agli strumenti di lavoro ricevuti e tramite l’esercitazione pratica su testi di vario genere.

Chiara- Corso Traduttori Milano 21° edizione

 

Mi sono trovata molto a mio agio ed è stata un’esperienza che ha arricchito il mio bagaglio culturale e mi ha permesso di avvicinarmi al sogno di diventare traduttrice. I docenti della fase teorica erano molto competenti e disponibili. Un encomio particolare per Michele, che oltre ad essere un traduttore di massimo livello, è stato un insegnante valido, sempre pronto ad aiutarci e a farci capire gli errori che commettevamo. È stata un’avventura unica che ricomincerei domani stesso. Mi sento vuota al solo pensiero di non aver un testo da tradurre per la prossima settimana.

Maria Pasku – corso traduttori 21° edizione Milano

 

Il corso di editoria della Herzog è stato un’interessante finestra sul mondo dei libri e i suoi retroscena. Ho apprezzato in modo particolare le numerose esercitazioni pratiche e il contatto diretto con professionisti del settore. Attraverso il corso sono diventata più consapevole delle mie debolezze e dei miei punti di forza. Senza dubbio un’esperienza positiva. E grazie per i consigli!

Anonimo- corso editoria 20° edizione Milano

 

Dopo la Laurea triennale in Lettere Moderne, ho scelto di frequentare questo corso con l’obiettivo di conoscere in modo più approfondito il mondo dell’editoria e di mettermi alla prova nello svolgimento delle principali mansioni redazionali. Infatti, per la prima volta ho avuto la possibilità di mettere immediatamente in pratica ciò che apprendevo in via teorica: editing, correzioni di bozze, schede di lettura e comunicati stampa (con l’ausilio di supporti cartacei forniti dai docenti). Il fatto che le lezioni fossero tenute da professionisti del settore è sicuramente una carta vincente poiché ognuno di loro ha saputo trasmettere la passione e l’orgoglio per il proprio lavoro. Per quanto mi riguarda, consiglio questo corso a chiunque sia alla ricerca di un approccio più concreto alla materia.

Melissa Mello – corso editoria 20° edizione Milano

 

Per chi come me ha sempre subito il fascino del libro, il corso di editoria della Herzog può significare davvero un’esperienza importante. Le figure professionali che partecipano alla filiera editoriale sono diverse ed è stato interessante scoprirne i vari incarichi. Il corso, a mio avviso, è servito soprattutto a questo: capire effettivamente quale di questi ruoli è più nelle nostre corde. Le esercitazioni, copiose e con scadenze piuttosto serrate, sono state corrette scrupolosamente. Docenti molto preparati e sempre disponibili. 
Il corso, insomma, fornisce delle buone basi per trasformare una passione in lavoro.

Anella Palladino – corso editoria 20° edizione Milano

 

E’ stato un corso utile per conoscere più da vicino i vari ruoli all’interno di una casa editrice, oltre a scoprire alcune dinamiche dell’oggetto “libro” e del mondo editoriale. I docenti hanno mostrato grande disponibilità ed è stato interessante cimentarsi nei vari compiti per casa. A tal proposito, il numero di prove di correzione di bozze e editing può sembrare sproporzionato rispetto ad altre tipologie di prove. In effetti avrei preferito svolgere uno o due lavori in più di comunicato stampa e scheda di lettura, ma comprendo che le bozze possano richiedere un maggior allenamento. Nel complesso, il corso offre un’infarinatura di teoria e pratica preziosa.

Luca Volpi – corso editoria 20° edizione Milano

 

Questi due mesi di corso sono stati ricchi di spunti e informazioni utili sul vasto mondo dell’editoria moderna. Le lezioni, tenute da docenti di alto livello professionale, sono sempre state occasione per imparare cose nuove e per mettermi alla prova con un mondo che mi affascina da sempre e del quale spero presto di farne parte attiva. Anche i colleghi di corso sono stati fonte di ispirazione, grazie alla loro disponibilità a condividere sia i loro saperi che i loro dubbi. Un grazie particolare al Sig. Vinelli per la pazienza e l’accuratezza delle sue correzioni, e al Sig. Giubilei per aver dimostrato una volta di più che la giovane età può essere sinonimo non solo di coraggio ma anche di competenza.

Pierangela Zandanel – corso editoria 20° edizione Milano

 

Il corso organizzato da Herzog  molto interessante sia per i temi trattati durante le lezioni che toccano tutti i punti della filiera editoriale sia per la parte “pratica” che lo rende molto stimolante.

Da consigliare.

Giulia

 

Gli elementi pratici del corso sono molto utili per capire meglio i metodi di lavoro editoriale; il numero limitato di partecipanti permette anche di capire meglio le lacune del singolo. Il corso è ben organizzato dal punto di vista logistico; una pecca, l’orario un po’ scomodo per chi arriva da fuori Milano

Elena

 

La mia esperienza al corso herzog è stata nel complesso positiva. Penso che, per esser un corso di soli due mesi, sia stato organizzato in modo adeguato e soprattutto è stato molto stimolante avere la possibilità di conoscere persone del settore. Tuttavia alcuni aspetti li avrei approfonditi di più: soprattutto avrei preferito avere la possibilità di fare più prove, almeno due, su altri aspetti del lavoro editoriale che non fossero solo la correzione di bozze, in modo anche da rimediare una prova sicuramente non brillante per, ovvi,a inesperienza. Soprattutto avrei voluto approfondire molto di più il lavoro di editing, facendo almeno due lezioni e due prove. Nel complesso però penso che il corso abbia fornito le basi e una buona infarinatura per iniziare un percorso di formazione più articolato in questo ambito. Inoltre, un grazie a Ilia e alla sua precisione e gentilezza.

Alice

 

Sto frequentando il corso di Editoria organizzato da Herzog a Milano e devo dire che lo ritengo molto valido. Ci sono degli esperti del settore che spiegano i diversi lavori all’interno di una casa editrice e che, allo stesso tempo, propongono a noi studenti delle prove pratiche per verificare la nostra attenzione durante le lezioni e le nostre abilità. Il fatto di avere delle esercitazioni mi piace davvero, perché ho la possibilità di provare quello che spero un giorni possa diventare il mio lavoro.

Durante l’università (e specialmente nella Triennale) ho frequentato il corso di laurea in Lingue e culture per l’Editoria, e quindi alcuni aspetti teorici non mi erano nuovi. Ma, grazie alle prove eseguite durante i due mesi di corso, ho scoperto un mondo estremamente interessante e quindi spero che questa esperienza sia solo l’inizio del mio percorso in campo editoriale.

Giulia Boccacci

 

Il corso “Il lavoro del traduttore letterario” a Milano è stato un corso altamente formativo per me. Ho apprezzato molto entrambe le parti (introduzione + laboratorio) per la possibilità di sperimentare questo mestiere sotto tutti i punti di vista. Ho trovato molto utile la parte introduttiva nella quale, a differenza di tanti altri corsi in cui si parla della storia del mestiere e si trattano temi molto più generici, si sono toccati punti assolutamente pratici e importantissimi quali: come presentarsi, come ottenere lavoro, come redigere un contratto, come potersi tutelare, ecc. Altrettanto interessante  stata la parte del laboratorio, in cui si ha la possibilità di sperimentarsi in maniera attiva nel lavoro vero e proprio. Rivolgo un’ultima nota di riguardo ai docenti del corso, tutti professionisti e, per utilizzare un gergo di marketing, esperti di risultato, che hanno messo in cattedra la propria esperienza e conoscenza. Posso pertanto affermare che ho apprezzato molto il modo in cui è stato strutturato l’intero corso e          L’ATTEGGIAMENTO. Spesso nel nostro mondo il morale è triste e rinunciatario, in questo corso invece si nota uno spirito, certo realistico, ma combattivo e positivo.

Melania

 

“La mia esperienza nel corso di traduzione editoriale di Herzog è stata assoluta,ente positiva per diversi motivi: la competenza dei professionisti nel campo dell’editoriale e della traduzione, la possibilità di affrontare le tematiche inerenti partendo da prospettive diverse, le preziose informazioni ricevute, nonché l’opportunità di tradurre testi di diversi generi avendo a disposizione il confronto diretto con chi li aveva effettivamente tradotti”

Laura F.

 

Il corso di traduzione letteraria mi è stato particolarmente utile per iniziare ad addentrarmi nel mondo dell’editoria. Sono stati analizzati i campi del traduttore letterario e ci è stata fornita un’idea generale molto ampia del lavoro del traduttore comprendendo anche i lati un po’ negativi che non spesso si citano. Un corso formativo e ben pianificato.

Ringrazio Ilia per organizzazione e Michele per l’infinita pazienza nel correggere gli errori.

Rachele

 

Il corso Herzog per traduttori editoriali si  rivelato esaustivo e non solo dal punto di vista teorico, ma anche dal punto di vista pratico. Oltre all’interessantissimo laboratorio d’inglese, durante il quale abbiamo avuto modo di metterci alla prova con la traduzione di generi diversi (dal romanzo al saggio alla narrativa per ragazzi), anche la parte introduttiva ci ha fornito informazioni utili per imparare a muoversi correttamente nel complesso mondo editoriale. Se avete ancora dubbi circa l’iscrizione a un corso Herzog, non esitate a farlo. Lo consiglio senza riserve.

Federica

 

Avevo bisogno di un ambiente di lavoro nuovo e questo corso mi ha permesso di conoscere docenti ottimi e molto professionali. È stata una interessante esperienza formativa che mi ha permesso di conoscere cose che neanche sapevo di non sapere. Non so questo corso dove mi porterà, ma sono contenta di averci provato.

DDT

 

Il corso  stato soddisfacente, le lezioni interessanti e i docenti simpatici e preparati. Sono veramente contenta di questa esperienza che, oltre ad avermi aperto molto strade, mi ha permesso di conoscere delle bellissime persone.

Nancy Cimbali

Anno 2014

“Salve, ho frequentato il corso herzog di editoria a Milano ed è stata un esperienza molto istruttiva per chi è interessato all’ambito editoriale, perché mi ha permesso di esplorare i vari settori dell’ambiente e di scoprire attraverso le spiegazioni e i racconti dei docenti quello che avviene dietro le quinte della pubblicazione di un libro. Attraverso queste lezioni mi sono appassionata sempre di più al mondo editoriale e ho cominciato a comprende, attraverso le prove pratiche, cosa sia il lavoro all’interno di una casa editrice, il tutto in maniera semplice, divertente e professionale.”

F. Cogliati – Editoria Milano

 

“Ho trovato il corso Herzog di Milano molto utile e interessante, in quanto ho potuto farmi un’idea del

mondo editoriale e delle figure professionali a esso connesse. Inoltre, svolgendo le varie esercitazioni, ho potuto mettermi concretamente alla prova e capire per quale ambito specifico sono più predisposta.
Un’esperienza che consiglio di fare”

M.M. – editoria Milano

 

“Ho seguito la 19° edizione del Corso di editoria e l’ho trovato molto utile per conoscere le diverse figure professionali del complesso mondo editoriale: il fatto che le lezioni siano tenute da persone “del mestiere” permette infatti di avere una visione molto concreta e realistica delle prospettive lavorative. Personalmente credo di avere acquisito importanti nozioni sia tecniche che teoriche e, soprattutto, di aver avuto modo di misurare le mie personali attitudini grazie alle attente valutazioni dei docenti. Consiglierei di frequentare il corso a chiunque voglia avere una visione interna e complessiva della realtà editoriale. “

M.M. – Editoria Milano
“La mia esperienza nel corso di editoria organizzato da Herzog è stata estremamente positiva. Praticamente digiuno del mondo editoriale, ho avuto la grandissima opportunità di poter seguire le lezioni e ascoltare le esperienze di personalità importanti del mondo dell’editoria, che mi hanno permesso di farmi un’idea del mestiere di fare libri e imparare attraverso le varie esercitazioni. Proprio grazie a queste ho potuto per la prima volta cimentarmi in una grande varietà di mansioni, mettendomi alla prova e cercando di scoprire quali potessero essere le mie capacità e i miei limiti per capire su quali qualità puntare e quali fossero invece i punti deboli sui quali lavorare per migliorare. Tutte le persone coinvolte nell’organizzazione e nella didattica sono davvero disponibili, cercando in ogni modo possibile di agevolare i corsisti, sia con un consiglio sia con la disponibilità nell’ascolto”

Jacopo Bozzer – Editoria Milano